L’orologio pelvico - parte prima

Durata: 45 minuti ca.

SDRAIATEVI SULLA SCHIENA… prendete il tempo di cui avete bisogno per essere comodi… per sentire il contatto che avete con il pavimento…

Immaginate ora che il vostro bacino sia appoggiato sul quadrante di un orologio dipinto sul pavimento…le ore, su questo orologio sono così distribuite: le ore 12 si trovano sotto la vostra curva lombare…le ore 6 sotto il vostro coccige…le ore 3 sotto il lato destro (dx) del bacino…le ore 9 sotto il lato sinistro (sx) del bacino…prendetevi il tempo necessario per familiarizzare con questa idea dell’orologio dipinto sul pavimento…con la disposizione delle ore sul quadrante di questo orologio…con il contatto che la parte dietro del vostro corpo fa con la zona delle ore 12…6…3…9…

  1. Piegate le gambe e appoggiate le piante dei piedi sul pavimento… in questo modo le ginocchia sono dirette verso il soffitto…i piedi sono più o meno paralleli tra di loro e distanti quanto è largo il bacino…adesso premete dolcemente l’arco lombare sul pavimento o meglio sulle ore 12…premete e lasciate andare…diverse volte…e poi riposate… ora premete il coccigeo comunque la parte inferiore del sacro sulle ore 6…lentamente…diverse volte…e poi lasciate andare tutto e riposate…
    Ora immaginatevi la linea che collega le ore 12 alle ore 6…e basculate il bacino in modo tale che la parte posteriore del bacino prema su tutti i punti di questa linea…il movimento è fluido…senza sforzo…continuo…il bacino rotola sulla linea che collega le ore 12 alle ore 6…il movimento è rotondo…la pressione si srotola su un punto dopo l’altro…la respirazione è libera…fate il movimento di basculamento del bacino solo per quella parte che vi risulta facile e piacevole…esplorate quanto può diventare morbido…e riposatevi completamente…
  2. Giratevi nuovamente sulla schiena, piegate le gambe e appoggiate i piedi sul pavimento: premetesul pavimento con la parte sx del bacino, sulla zona delle ore 3…premete lasciate andare diverse volte…andata e ritorno…dalla posizione di partenza verso le ore 3…a sx…e riposate…ora andate con la parte dx del vostro bacino a premere sulla regione delle ore 9…andata e ritorno diverse volte…sentite se premete il lato dx o se avete la tendenza a sollevare il lato sx…probabilmente avete scoperto che non c’è bisogno di fare un grande movimento con le ginocchia…esse si muovono leggermente verso dx…ma molto…molto poco…ora immaginate la linea che collega le ore 3 alle ore 9, e basculate il bacino su tutta questa linea…verso sx…al centro…verso dx…al centro…verso sx…provate a localizzare il centro di questa linea sull’asse 3-9…il centro del vostro orologio…e andate dal centro verso le ore 3…tornate al centro e andate verso le ore 9…tornate al centro e andate alle ore 3…al centro…alle ore 9…le ginocchia si muoveranno alternativamente, ma in modo molto leggero verso sx e dx…spostando il peso del bacino dal centro alla sua sx e dx si avrà una leggera inclinazione verso sx e dx… andate qualche volta sulla linea delle ore 3-9 senza fermarvi al centro…e sentite la differenza…
    Cosa cambia se fate una tappa al centro? E se non la fate?…Come sentite l’appoggio della parte dx del bacino?…E la sx?…riuscite a sentire quando siete al centro sul sacro rispetto a quando siete al lati sull’osso ileo?…Sentite come cambia la pressione sulla pianta dei piedi…quando le ginocchia si inclinano leggermente verso sx, la pressione sul piede dx aumenta leggermente, e quando le ginocchia si inclinano a dx, la pressione sul piede sx aumenta leggermente…riposate completamente…
  3. Di nuovo piegate le ginocchia e basculate il bacino lungo la linea che va dalle ore 6 alle ore 12…localizzate il centro di questa linea…qualche volta dal centro verso le 6…dal centro verso le 12…centro…ore 6…centro…ore 12… osservate che cosa fa la testa…lasciate che si muova liberamente con il bacino…se la testa è libera anche il bacino avrà un movimento più libero…sentite come il basculamento del bacino sulla linea ore 6-12 attraversi tutta la colonna…dalle lombari, alle cervicali…ora basculate a dx e sx lunga la linea 3-9…anche la testa partecipa?…con che chiarezza sentite la partecipazione della colonna?…come rotola la parte posteriore del cranio sul pavimento?…la testa ed il bacino rotolano nella stessa direzione?…le ginocchia ed il naso rotolano nella stessa direzione?…rallentate fino a che il movimento si fermi…e riposate…
  4. Sdraiati sulla schiena, gambe piegate e piedi in appoggio: riprendete l’immagine dell’orologio sul pavimento, l’orologio su cui siete sdraiati: le ore 12 sono sotto l’arco lombare, le ore 6 sotto il coccige, le ore 3 sotto il lato dx del bacino e le ore 9 sotto il lato sx del bacino…immaginate una linea rotonda che colleghi le ore 12 alle ore 3, le ore 3 alle ore 6, le ore 6 alle ore 9 e le ore 9 alle ore 12…una circonferenza che delimita il quadrante rotondo dell’orologio su cui siete sdraiati…ed ora rotolate il vostro bacino lungo questa linea rotonda 12-3-6-9-12…la pressione del bacino sul pavimento si srotola sulla linea circolare…fatelo diverse volte…e poi cambiate la direzione del cerchio, invertite il senso della rotazione: andate dalle ore 12 alle ore 9…alle ore 6…alle ore 3 …alle ore 12…in senso orario…in senso antiorario…lasciate andare tutto e riposate…
  5. Sempre sdraiati sulla schiena, con le gambe piegate: questa volta andate sulle ore 12 e da lì spostatevi sulle ore 1 localizzate dove è il numero 1 e passate dalle ore 12 alle ore 1…dalle ore 1 alle ore 12…qualche volta…seguendo una linea circolare…e poi e riposate… passate a rotolare dalle ore 1 alle ore 2…dalle ore 2 alle ore 1…dall’1 alle 12…qualche volta….,poi 12-1-2 e dalle ore 2 alle ore 3…dalle ore 3 alle ore 2…alle ore 1….alle ore 12…12-1-2-3-2-1-12…riposate…
  6. Medesima posizione di prima, ma andate con il bacino sulle ore 6 e da lì basculate sulle ore 5…sulla linea rotonda che collega le ore 6 alle ore 5…e poi ritornate sulla stessa linea circolare dalle ore 5 alle ore 6…diverse volte…e poi dalle ore 6 alle ore 5…dalle ore 5 alle ore 4…dalle ore 4 alle ore 5…alle ore 6…poi dalle ore 6 alle ore 5…alle ore 4…alle ore 3…e ritorno tappa per tappa…ora per ora…riposate…6-5-4-3…dalle ore 3 alle ore 2…e ritorno al 3-4-5-6…la prossima volta dalle ore 6 alle ore 12 facendo tappa su ognuna delle ore:12-1-2-3-4-5-6-5-4-3-2-1-12 fate un semicerchio completo sulla sx…andata e ritorno più volte…e riposate con le gambe allungate…come appoggiate a terra ora?…c’è una differenza apprezzabile tra l’appoggio della natica sx rispetto alla dx?…tra la coscia sx e quella dx…tra le coste del lato sx e quelle del lato dx…sentite che cosa sentite…non giudicate…ma solo siate testimoni delle differenze…e se non sentite differenze va bene lo stesso…già sentire di non sentire è l’inizio della consapevolezza…lentamente rotolate sul fianco sx e venite in piedi…senza sforzo…e sentite come state in piedi…come il peso del vostro corpo si scarica sui piedi e da lì alla terra…gradatamente cominciate a spostare il vostro peso sul piede sx…solo un po’…e poi un po’ di più…quando siete pronti cominciate a camminare…sentite come si organizzano le vostre gambe…come oscillano rispetto al bacino…come i piedi incontrano il terreno…sentite come le spalle partecipano alla camminata…come la gabbia toracica sia coinvolta …la respirazione…il vostro sguardo…e lentamente ritornata a sdraiarvi a terra…e riposate…
  7. Questa volta esplorerete il semicerchio del quadrante di dx: dalle ore 12 passate, rotolandolo, il bacino sulle ore 11…sulle ore 10…sulle ore 9…sulle ore 10…sulle ore 11…sulle ore 12…avete già avuto questa esperienza sull’altro lato, sull’altro quadrante…trasferitela su questo…12-11-10-9-10-11-12…e poi andate dalle ore 9 alle ore 8…alle ore 7…alle ore 6… 6-7-8-9-8-7-6…qualche volta…ora tutto il semicerchio completo sulla dx: 12-11-10-9-8-7-6-7-8-9-10-11-12…andata e ritorno…diverse volte…senza sforzo…fluidamente…
  8. Ora eseguite un semicerchio superiore: 9-10-11-12-1-2-3…3-2-1-12-11-10-9…in una direzione e nell’altra… poi un semicerchio inferiore: 9-8-7-6-5-4-3…3-4-5-6-7-8-9…e qualche cerchio completo dalle ore 12 alle ore 12 …fermandovi su ogni ora …in senso orario e in senso antiorario…notate la partecipazione della gabbia toracica…della colonna…della testa… prima di essere stanchi, lasciate andare tutto e riposate completamente…sentite le differenze nei contatti del bacino con il pavimento…la vostra respirazione…e poi lentamente giratevi su un fianco e rimettetevi in piedi…cominciate a camminare…come si muove il vostro bacino?…e le spalle?…e la testa?…

BUONA CAMMINATA!

Vuoi provare il metodo Feldenkrais?

Vuoi migliorare la tua organizzazione motoria, ridurre la tensione e il dolore muscolare, aumentare la tua flessibilità e coordinazione? Sperimenta il metodo Feldenkrais attraverso un incontro di prova gratuito.

Vuoi diventare insegnante Feldenkrais?

Inizia un percorso formativo che ti porterà ad essere un insegnante professionista qualificato, con la guida di uno staff internazionale. I nostri trainings di formazione sono approvati dall'AIIMF e accreditati dall'Euro-TAB.