Skip to main content

Consapevolezza Attraverso il Movimento (CAM)

Nulla dei nostri schemi di comportamento è immutabile, se non il credere che lo siano
– Moshe Feldenkrais 

Le lezioni di gruppo del Metodo Feldenkrais®, che si chiamano Consapevolezza Attraverso il Movimento® (CAM), si tengono in ambienti tranquilli e lontani dagli stress quotidiani.
Durante i 45-50 minuti di lezione, la VOCE dell’insegnante Feldenkrais guida le persone in SEQUENZE DI MOVIMENTO piacevoli e inconsuete. 

L’insegnante non mostra come eseguire i movimenti: accompagna la persona nel processo di scoperta del proprio movimento con indicazioni verbali. Le persone sono lasciate libere di fare la propria personale esperienza, per riconoscere lo schema individuale e accogliere le VARIAZIONI che suggeriscono nuove ALTERNATIVE.

Workshop Movement 2
Workshop Movement 3
Workshop Movement 4
Workshop Movement 6
Workshop Movement 7

 
Attraverso la “scomposizione” della funzione in piccoli movimenti e la libera SPERIMENTAZIONE di diverse variazioni di essi, la persona riesce a identificare le proprie ABITUDINI e ad espandere le proprie POSSIBILITÀ DI MOVIMENTO.

Le sequenze delle lezioni si basano sulle migliaia di lezioni ideate da Moshe Feldenkrais stesso, ognuna delle quali focalizzata su temi e funzioni specifiche (equilibrio, libertà delle anche, agilità delle mani e delle braccia, respirazione, il bacino come sostegno della colonna, etc.), ma sempre incentrate sulla GLOBALITÀ DELLA PERSONA, intesa come sistema integrato, in continua interazione con l’ambiente.

Le CAM sono mirate a far conoscere meglio il proprio corpo, ad ascoltarsi, a sperimentare nuovi modi di muoversi e ad affinare la propria immagine di sé.

Se sai quello che fai puoi fare quello che vuoi
– Moshe Feldenkrais

Non si tratta di esercizi nel senso classico del termine, ma di un'esplorazione di come la persona possa coinvolgere le diverse parti di sé stessa nell'azione e, di conseguenza, TRASFORMARE IL MODO DI FUNZIONARE, imparando non attraverso lo sforzo ma da un nuovo approccio all'apprendimento. Il movimento non è il fine ultimo, ma semplicemente lo strumento attraverso cui la persona può accedere a sé stessa, e al suo funzionamento ottimale.

Lo scopo delle lezioni è migliorare il modo in cui ci si muove. L'attenzione è diretta non alla ripetizione meccanica di esercizi o alla quantità dello sforzo, ma alla QUALITÀ DI OGNI SINGOLO MOVIMENTO. L'invito è di fermare l'esplorazione prima che intervenga il minimo segnale di sforzo. È importante ripetere i movimenti secondo il proprio ritmo, prendendosi tutto il tempo necessario per esplorare.

Per poter imparare a cambiare il nostro modo di muoverci, è indispensabile muoversi LENTAMENTE, gentilmente, con la curiosità diretta al come e alla qualità, anziché alla quantità e soprattutto occorre ridurre lo sforzo.

Meno sforzo e più sensibilità.